FUORISALONE 2021

Il vuoto è un corpo, non un’assenza.
 E’ un corpo dalle infinite possibilità tra cui, la principale, quella di essere mutevole, nello spazio.
 E’ un corpo che può contenere un altro corpo.
 E’ un corpo che può arrivare a coincidere fisicamente con il suo opposto ed esserne così in comunione.
Il vuoto ha bisogno di un limite per essere percepito altrimenti è solo spazio, senza qualità. Il limite è ciò che definisce il vuoto
 e allo stesso tempo lo rende visibile.
 II limite mostra l’invisibile,
 senza farne parte e allo stesso tempo
 è assolutamente necessario, vitale.

Davide Pizzigoni

Lavori dell’Autore di vario formato occupano lo spazio della Galleria in un susseguirsi di pieni e di vuoti. Le opere non sono concluse in se stesse e nelle loro forme, bensì continuano nel luogo che rivelano attraverso il proprio corpo; sono costituite da una parte solida, quella della materia con cui sono realizzate e di una parte eterea che è il vuoto, lo spazio vuoto. Vedere ciò che sta tra le cose, andare oltre lo sguardo e vedere con la mente ciò che è apparentemente invisibile è l’invito che Davide Pizzigoni e Luisa Delle Piane vogliono fare con questa mostra.